sabato 13 febbraio 2016

Torta 'Red Velvet'

Siamo alla vigilia di S. Valentino e anche io ho voluto onorare questa romantica ricorrenza con un dolce che sembra faccia proprio a questo caso per quella colorazione rosso acceso della base della torta, passionale, in  contrasto con il bianco candido della crema.
Sto parlando della 'Red velvet' - Velluto rosso -.

La ricetta l'ho tratta dal sito di "Giallo zafferano", direttamente dalla famosa Sonia.

Questi gli ingredienti :

  • 440 gr di farina 00
  • 170 gr di burro a temperatura ambiente
  • 450 gr di zucchero
  • 3 uova a temperatura ambiente
  • colorante alimentare rosso ( se liquido, 6 cucchiai; se in polvere fate conto un cucchiaino)
  • 6 gr di estratto di vaniglia ( in alternativa una bustina di vanillina)
  • 16 gr di cacao amaro in polvere
  • 9 gr di sale
  • 370 gr di yogurt intero ( o latticello)
  • 7,5 gr di aceto di mele
  • 7 gr di bicarbonato
Per la crema classica :
  • 50 gr di farina 00
  • 500 ml di latte fresco intero ( in alternativa va bene anche quello a lunga conservazione)
  • 450 gr di burro a temperatura ambiente
  • 400 gr di zucchero semolato
  • 9 gr di estratto di vaniglia (oppure, anche qui, una bustina di vanillina)
Procedimento della base :
Montare il burro con metà dello zucchero per aleno 10 minuti. La massa dovrà assumere un aspetto chiaro, gonfio e bello spumoso. Unire le uova, una alla volta, alternandole con l'altra metà dello zucchero. Unite quindi il cacao, il colorante e la vaniglia, continuando a sbattere.
Sciogliere il sale nello yogurt ( se volete usare il latticello, ma non lo trovate, vi basta aggiungere un cucchiaino di limone nel latte intero e attendere una decina di minuti).
A parte, in un'altra ciotolina, stemperare il bicarbonato nell'aceto di mele.

A questo punto incorporare lo yogurt, a poco a poco, alternandolo alla farina e al composto di aceto e bicarbonato.

Infarinare ora gli stampi  circolari del diametro di 24 cm e versarvi dentro l'impasto dividendolo in parti uguali.
In mancanza di 3 tortiere, si può procedere anche con una soltanto infornando una base alla volta.

Cuocere in forno preriscaldato a 180° per 25-30 minuti ( fa fede la prova stecchino).

Nel frattempo si prepara la crema alla vaniglia sciogliendo la farina nel latte, con una frusta, e si fa sobbollire sul fuoco per 10 minuti, sempre mescolando.
Una volta che si è formata la crema, va trasferita in un altro contenitore e coperta con la pellicola per alimenti, direttamente a contatto con la crema stessa di modo che non si formi la patina in superficie.

Montare ora il burro con lo zucchero, anche in questo caso fino a che non risulterà un composto chiaro e spumoso. Aggiungere la vaniglia e continuare a sbattere per un altro minuto.
Unire ora a questo composto la crema di latte, che ormai avrà raggiunto la temperatura ambiente, ottenendo così la crema alla vaniglia da utilizzare per farcire e ricoprire la torta.

Tornando alle basi delle torte.
Una volta cotte e raffreddate, pareggiare le superfici qualora si siano formate delle cupolette.
In ogni caso è bene tenere da parte un sottile strato di torta da poter utilizzare per la decorazione finale.

Dunque prendere una base della torta e porla sul vassoio di portata, farcire con la crema alla vaniglia e procedere alla stesso modo con gli altri due strati di torta.
Completare il dolce glassando interamente la torta con la crema rimanente e decorando i bordi con la granella di torta precedentemente messa da parte.


Come descritto, questa è la ricetta della classica 'Red velvet', ma girovagando su internet se ne trovano tantissime altre, anche riprese dal pasticcere Bud Valasco ( Il boss delle torte).
Anche della crema ci sono varie varianti, tra cui una variante con mascarpone e crema al formaggio spalmabile ( Philadelphia per intenderci), oppure con crema spalmabile al formaggio e panna.
Sicuramente la prima alternativa darà una nota acidula maggiore rispetto alla ricetta qui proposta e alla seconda versione.
In ogni caso sono tutte ottime e accontentano ogni palato.

Con questo vi auguro un buon S. Valentino.
Spero possiate passarlo insieme alla persona amata, indipendentemente che sia in un ristorante o a casa, magari con una cenetta intima a lume di candela.
Ma anche fosse sul divano, accoccolati stretti, ha sicuramente il suo perchè non indifferente.

Ciao!! :*


Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...