venerdì 27 marzo 2020

Pane fatto in casa


Ingredienti : - 600 gr di farina di semola rimacinata di grano duro - 350 gr di acqua - 10 gr di lievito di birra - 12 gr di sale - 15 gr di olio di oliva Procedimento L'impasto si può fare a mano, con la planetaria o, come ho fatto io, con la macchina del pane nella funzione "impasto e lievitazione". Quindi, che si faccia a mano o con l'aiuto di un robot da cucina, l'unica regola da seguire è quella di non mettere il sale a contatto diretto con il lievito, perché potrebbe compromettere la lievitazione dell'impasto. Per il resto, la successione degli ingredienti non è rilevante se non per la macchina del pane, perché gli facilita l'impasto. E dunque, ho inserito gli ingredienti in questa successione : Acqua, olio, lievito, farina e sale. Ho avviato la macchina e ho atteso la fine del programma, ossia quando l'impasto di è lievitato. A questo punto ho lavorato l'impasto sul piano di lavoro leggermente infarinato : l'ho allargato dolcemente con le dita, e poi ho fatto un paio di pieghe per lato. Quindi ho dato la forma di un filone e l'ho messo nuovamente a lievitare sulla leccarda del forno già foderata con carta forno e cosparsa di farina. Ho cosparso leggermente di farina anche il filone del pane, l'ho coperto con la pellicola per alimenti senza stringere sui bordi, e l'ho lasciato lievitare dentro il forno spento ma con la lucina accesa. Quando il pane ha raddoppiato nuovamente di volume l'ho tirato fuori, ho acceso il forno e portato a temperatura di 240°. All'interno ho messo anche un pentolino d'acqua : questo creerà una camera d'aria umida che renderà il pane croccante fuori e morbido dentro. Tornando al pane lievitato, ho tolto delicatamente la pellicola e ho praticato dei tagli obliqui con un coltello affilato. Quando il forno ha raggiunto la temperatura ho infornato il pane e ho lasciato cuocere per 20 minuti, dopodiché ho abbassato la temperatura a 230° e ho lasciato cuocere per altri 20 minuti ; infine, ho abbassato di nuovo il forno a 200°, ho tolto il pentolino d'acqua e ho lasciato cuocere per altri 20 minuti lasciando lo sportello del forno aperto a spiffero. Ultimata la cottura, ho tirato fuori la teglia e ho fatto raffreddare il pane su una gratella, coperto con una tovaglietta. E questo è tutto ^^ Un ultimo consiglio : è ovvio che ogni forno è a sé, ossia che la temperatura interna, anche se impostata nella stessa maniera come indicato nella ricetta, potrebbe essere più calda o meno. Può succedere che i tempi di cottura validi per me non lo sono per altri, quindi consiglio di attenzionare la cottura del pane per valutare se aumentare o diminuire i tempi di cottura.

lunedì 2 marzo 2020

Panzerotti fritti

Ingredienti per 8 panzerotti : - 350 gr di farina 00 - 35 gr di olio di oliva - 8 gr di lievito di birra - 180/200 gr di acqua tiepida - Un pizzico di sale - 1 L di olio di semi di girasole o di arachidi per friggere Per il ripieno : - 300 gr di passata di pomodoro o pomodori pelati - 200 gr di mozzarella per pizza - Un pizzico di sale - Un filo d'olio di oliva Procedimento : L'impasto per i panzerotti può essere fatto a mano, con l'impastatrice o con la macchina per il pane. Io ho scelto quest'ultima, quindi ho inserito dentro il cestello gli ingredienti seguendo questo ordine : acqua, olio, lievito, farina e sale. E' importante non mettere il sale e il lievito a contatto diretto tra di loro, altrimenti si compromette la lievitazione. Ho azionato la macchina nella modalità di impasto e lievitazione. Lievitato l'impasto l'ho trasferito sulla spianatoia infarinata, impastato nuovamente leggermente e diviso poi in 8 parti. Ogni parte l'ho appallottolata e ho poi coperto i panini con un telo per farli lievitare nuovamente fino al raddoppio ( un'oretta circa). Per la preparazione del ripieno ho mescolato la passata di pomodoro con un pizzico di sale, un filo d'olio e la mozzarella tagliata a dadini piccoli. Lievitati i panetti li ho stesi con l'aiuto del mattarello, ho bagnato leggerissimamente i bordi con un pennello bagnato nell'acqua, e ho posto al centro delle basi un cucchiaio e mezzo di ripieno di pomodoro e mozzarella. Ho chiuso i panzerotti premendo bene i bordi e li ho poi fritti, uno alla volta, in olio di semi di girasole caldo. Una volta che si sono dorati, ho scolato i panzerotti su carta assorbente e li ho poi serviti ancora ben caldi.

domenica 1 marzo 2020

Biscotti integrali con mirtilli rossi


Ingredienti : - 300 gr di farina integrale - 50 gr di zucchero - 50 gr di fiocchi di avena - 80 gr di olio di semi di girasole - 20 gr di latte - 20 gr di Mirtilli disidratati - 2 uova intere - 2 cucchiaini di lievito per dolci Procedimento Tritare con un mixer I fiocchi di avena insieme allo zucchero, i mirtilli disidratati e il lievito per dolci. In una ciotola versare la farina integrale e il mix di farina di avena precedentemente tritato. Aggiungere tutti i restanti ingredienti ed impastare fino ad ottenere un impasto ben amalgamato e compatto. Questa pasta frolla non necessita di riposo in frigo, quindi stendere sul piano infarinato ad uno spessore di 4 mm circa. Ritagliare i biscotti con le formine che più aggradano, poi porre i vari biscotti formati sulla leccarda del forno già foderata con carta-forno. Cuocere i biscotti in forno già caldo e in modalità ventilata a 170° per 10 minuti. Sfornare e lasciare raffreddare i biscotti su una griglia.

mercoledì 26 febbraio 2020

Torta Diplomatica con Alchermes : ricetta veloce ☺️


Ingredienti : - 1 Pan di Spagna già pronto - 1 confezione di sfoglie pasta sfoglia già pronta - 600 gr circa di crema pasticcera - Bagna alcolica all'Alchermes - zucchero a velo q.b. per decorare Ingredienti per la crema pasticcera : - 500 gr di latte p.s. - 50 gr di amido di grano - 1 tuorlo d'uovo - qualche goccia di aroma al limone o vaniglia a piacere Ingredienti per la bagna all'Alchermes : - 2 bicchieri di acqua - 1/2 bicchiere di zucchero - 1/2 bicchiere circa di liquore Alchermes Preparazione della crema pasticcera : In una casseruola versare il tuorlo d'uovo e lo zucchero e cominciare a mescolare. Aggiungere l'amido e, a filo, il latte, continuando a mescolare. Amalgamato il tutto porre la casseruola sul fuoco e, sempre mescolando con una frusta, far addensare la crema. Una volta pronta, versare la crema in un contenitore e coprire con pellicola per alimenti a contatto per non far formare la pellicina in superficie. Preparazione della bagna all'Alchermes : In una casseruola versare acqua e zucchero e portare a bollore per un paio di minuti. Spegnere e lasciare raffreddare completamente prima di aggiungere il liquore. Assemblamento del dolce : Ritagliare il pan di Spagna alla stessa misura delle sfoglie di pasta sfoglia già cotta. In un vassoio da portata disporre il primo strato di pasta sfoglia e, sopra, metà crema pasticcera ormai raffreddata; proseguire con uno strato di pan di Spagna da bagnare con la bagna alcolica quel tanto che basta. Spalmare il dolce con la restante crema pasticcera, quindi di nuovo con uno strato di pasta sfoglia. E la torta è completata. Ultimare con una generosa spolverata di zucchero a velo. Riporre in frigo fino al momento di servire.

giovedì 9 gennaio 2020

Cavolo Trunzu al pomodoro



Ingredienti per 2 persone: - 2 cavoli Trunzi - 1 lattina di pomodori pelati a pezzetti - 1 spicchio d'aglio - Olio di oliva q.b. - sale q.b. Procedimento Pulire i cavoli Trunzi elminando le foglie esterne e più dure, tagliando invece a pezzetti quelle interne e più tenere, compresi i gambi. Togliere la buccia ai cavoli e tagliare anch'essi a pezzetti. Lavare il tutto. Portare a bollore l'acqua in un tegame, salare e tuffarvi i cavoli. Lasciar cuocere 20 minuti circa o fino a quanto le verdure non risulteranno tenere infilzandole con una forchetta. Spegnere e tenere da parte. In un'altro tegame far soffriggere l'aglio tagliato a fettine con un filo d'olio. Aggiungere i pomodori pelati e i cavoli scolati dalla loro acqua. Aggiungere qualche mestolo di acqua di cottura dei cavoli e, una volta ripreso il bollore, far cuocere 5/max 10 minuti. Salare ancora se necessario. Questa minestra di cavolo Trunzu si può gustare così, accompagnata con del pane, oppure aggiungendo della pasta corta come i ditalini, od ancora, facendo restringere un po' di più il sughetto, si può condire gli spaghetti o maccheroni. A voi la scelta su come gustarli.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...